Sport

Published on marzo 16th, 2015 | by Redazione

0

2^ Cat: Continua il sogno della Nuova Ortana

Calcio (4)

Mercuri croce e delizia: prima segna, poi si fa espellere

La vigilia è stata quanto mai tesa e concitata: Nuova Ortana e Virtus Acquapendente, rispettivamente quarta e terza in classifica, s’incontrano in una partita dall’importanza strategica enorme, con alle spalle gli strascichi della sfida di andata, chiusa in maniera tutt’altro che cordiale. E invece, alla prova dei fatti, tutto scorre liscio come l’olio: le due squadre questa volta si affrontano con grande correttezza in campo ed esemplare signorilità fuori.

Colpo d’occhio delle grandi occasioni al “Gildo Filesi”, tornato dopo tantissimi anni ad ospitare un pubblico numeroso (quantificato in circa 150 unità) e partecipe; del resto erano anche tantissimi anni che una squadra di calcio di Orte non si trovava a lottare per la vittoria di un campionato, quindi è comprensibile il clima di entusiasmo creatosi intorno alla compagine del presidente Proietti. 

Mister Gentili (squalificato e in tribuna) deve fare i conti con l’infermeria piena, ma la Virtus Acquapendente non se la passa certo meglio e presenta ad Orte una formazione d’emergenza, con diversi giocatori fuori ruolo e pochissime alternative in panchina. Vista la posta in palio e le condizioni non ottimali di entrambe le squadre, la partita si sviluppa tutta sul filone tattico del “primo: non prenderle” e quindi le azioni da gol scarseggiano terribilmente.

La Nuova Ortana ha il vantaggio di giocare in casa, per cui prova a fare la partita e mettere in difficoltà l’arcigna retroguardia acquesiana, ma senza grandi risultati. Il primo sussulto del match arriva dopo ben 35 minuti, quando Gammino raccoglie una conclusione sporca di Santi e prova a sua volta il tiro, mandando la sfera alta di poco. Subito dopo l’arbitro Cannone annulla per fuorigioco una rete ad Azamfirei, scatenando i malumori del pubblico; la posizione dell’attaccante biancorosso è difficile da valutare, soprattutto senza moviole e guardalinee a disposizione, per cui al direttore di gara (autore di una prova nel complesso ottima) va concesso il beneficio del dubbio. Al 38’ ancora Azamfirei viene liberato bene in area, ma sbaglia il controllo e si defila troppo, concludendo debolmente tra le braccia del portiere ospite Marconi.

La Virtus Acquapendente, dopo essere rimasta chiusa nella propria metà campo per un tempo intero, inizia la ripresa con un approccio più propositivo ed al 50’ reclama per un presunto contatto da rigore tra Cardellini ed il portiere ortano Conti, ma anche in questo caso la decisione dell’arbitro sembra giusta. Al 65’ ci prova il capitano ospite Crisanti con un tiro da fuori, ma il pallone si spegne sul fondo. Due minuti dopo l’occasione più grande della partita per la Virtus: Cardellini va al tiro su punizione dai 20 metri e centra in pieno il palo.

Calcio (31)

Contrasto aereo tra Brunelli e Crisanti

Il legno di Cardellini fa da spartiacque negli equilibri della partita: la Nuova Ortana si scuote e si ributta in avanti, mentre la Virtus Acquapendente sembra un po’ scoraggiata ed accusa all’improvviso tutta la fatica fatta fino lì. Al 73’ Proietti s’inserisce in area su una sponda di Mercuri e prova il tiro al volo, spedendo il pallone altissimo. Al 75’ l’episodio che decide la partita: un rinvio di Conti prolungato a centrocampo da Bussoletti si dirige lentamente verso Marconi, che esce indisturbato al limite dell’area, fa per raccogliere il pallone, ma se lo lascia clamorosamente sfuggire, favorendo l’intervento di Mercuri, che deposita da due passi nella porta sguarnita e scatena il delirio dei biancorossi.

La Virtus Acquapendente non ha la forza di reagire, mentre l’Ortana, sulle ali dell’entusiasmo, cerca con insistenza il gol della sicurezza. Ci provano Azamfirei, con una punizione-cross che quasi sorprende nuovamente Marconi, e Santi, con un violento tiro da fuori respinto di pugno dal n.1 ospite. Il punteggio non cambia più e l’ultima nota sul taccuino è per l’ingenua espulsione al 90’ di Mercuri, reo di espressioni ingiuriose verso l’arbitro.

Al fischio finale è festa grande per la Nuova Ortana, che raggiunge proprio la Virtus Acquapendente al terzo posto in classifica e si mantiene a -5 dalla capolista Bomarzo. Matteo Stronati, capitano di giornata viste le contemporanee defezioni di Carlaccini e Palozzi, tiene i piedi per terra: “Inutile dire che è una vittoria importantissima per noi, sia per la classifica che per il morale. La Virtus si è difesa bene e ad un certo punto ci ha anche messo in difficoltà; poi per fortuna è arrivato il gol, molto rocambolesco a dire il vero, e ci siamo rilassati. Adesso dobbiamo continuare a lavorare con impegno ed umiltà, perché sabato prossimo ci aspetta un’altra partita fondamentale.”

Nonostante la sconfitta, il mister acquesiano Claudio Belli elogia la prestazione dei suoi: “Abbiamo offerto una prova d’orgoglio e dato un segnale importante: noi ci siamo ancora. Purtroppo dobbiamo convivere con tante assenze pesanti e a lungo andare i limiti tecnici vengono fuori. Ad ogni modo il carattere c’è, per cui io ci credo: lotteremo fino alla fine.”

Alessandro Castellani

NUOVA ORTANA – VIRTUS ACQUAPENDENTE 1-0

NUOVA ORTANA: Conti, Pellerucci, Proietti, Bussoletti, Turcarelli, Brunelli, Pirollo, Stronati (Mercuri), Azamfirei, Santi, Gammino (Minciarelli). A disposizione: Luican, Palozzi, Faveri. All. Gentili
VIRTUS ACQUAPENDENTE: Marconi, Dionisi, Carletti, Grossi (Bigerna), Pedetta, Marziali, Camilli, Serafinelli, Crespi, Crisanti, Cardellini. A disposizione: Delli Campi, Armezzani. All. Belli
NOTE – Marcatore: Mercuri (O). Espulso: Mercuri (O). Arbitro: Cannone di Viterbo

CLICCA QUI PER VEDERE LE FOTO

Tags: , , , , , , , , , , , , , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑
  • Archivi

  • Calcio Barella
    ViterboNews 24
    Tele Radio Orte
    Radio Rider