Orte

Published on ottobre 21st, 2016 | by Redazione

0

Il Comune di Orte ristruttura lo stadio

alluvione

Lo stadio “Gildo Filesi” durante l’alluvione del 2012

Negli scorsi giorni l’amministrazione comunale di Orte ha presentato ufficialmente una richiesta di finanziamento all’Istituto per il Credito Sportivo per la rimessa a norma delle tribune dello stadio “Gildo Filesi”. Un primo passo importante per affrontare una questione annosa, che è ormai giunta ad un punto di non ritorno: lo storico campo sportivo di Orte, infatti, agonizza tra spalti inagibili, recinzioni divelte, alberi pericolanti, manto erboso usurato e impianto d’illuminazione fatiscente. 

L’assessore allo sport, Diego Bacchiocchi, illustra nel dettaglio i programmi del Comune per restituire decoro a delle strutture che ospitano regolarmente migliaia di sportivi. “Al momento del nostro insediamento, abbiamo preso in mano una situazione assolutamente deficitaria: tante strutture non erano a norma e, soprattutto, c’erano forti difficoltà di dialogo tra le realtà operanti sul territorio. Ora abbiamo iniziato a collaborare in maniera proficua con concessionaria degli impianti sportivi, la Polisportiva Hortae, che sta svolgendo i lavori previsti nel contratto di affidamento delle strutture, e stiamo cercando di sciogliere un po’ le ruggini personali che si erano formate negli anni tra i vari soggetti.

Nel concreto, gli interventi si andranno a suddividere in tre fasi. La prima è già stata avviata, ed è quella del ripristino degli spalti dello stadio “Gildo Filesi”. Il progetto consegnato al Credito Sportivo disegna delle nuove tribune dalla capienza di 1000 posti, rialzate a 2 metri da terra e coperte nella parte centrale; sotto al rialzo, verranno ricavati locali da adibire a magazzini e spogliatoi. Oltre alle tribune, è prevista anche l’installazione di un nuovo impianto d’illuminazione a led. L’importo complessivo del finanziamento è di 624.000 euro. “Si tratta di un mutuo a tasso zero – spiega l’assessore – La risposta del Credito Sportivo arriverà a dicembre e, se sarà favorevole, effettueremo i lavori nell’estate 2017, sfruttando la pausa della stagione calcistica. Nel frattempo, abbiamo provveduto a rimettere a norma l’impianto d’illuminazione preesistente e, in accordo con la Polisportiva Hortae, abbiamo reso accessibili i primi due gradoni delle tribune, in modo da permettere almeno un accesso minimo di pubblico alle gare.

Gli step seguenti riguarderanno soprattutto i campi da tennis: una copertura per garantire lo svolgimento dell’attività anche nei mesi invernali e, in una fase ancora successiva, lo spostamento del campo di calcio a 5 nella zona dell’attuale pista di pattinaggio, per permettere la costruzione di un terzo campo da tennis su cui disputare manifestazioni di carattere regionale e nazionale. Inoltre, sono in cantiere un intervento all’impianto di filtrazione dell’acqua della piscina coperta, danneggiato dall’alluvione del 2012, e la trasformazione dei locali del Centro H (spostato in altra sede) in spogliatoi ed infermeria del palazzetto.

diego bacchiocchi

Diego Bacchiocchi

Durante la campagna elettorale – ricorda Diego Bacchiocchi – avevamo presentato un rendering di una cittadella dello sport, che facesse da modello per quello che doveva diventare secondo noi la zona degli impianti sportivi di Orte. Sulla base di quel rendering, vogliamo cercare di riqualificare passo passo le nostre strutture, cercando di fare il meglio possibile.

Di sicuro, la situazione di partenza è molto complicata, ma è altrettanto sicuro che urge intervenire in fretta su delle strutture che presentano criticità enormi: alcune in decadimento organico, altre prive di servizi essenziali, altre ancora insufficienti a far svolgere tutte le attività. Già, perché, facendo un calcolo a spanne, gli impianti di Orte vengono utilizzati regolarmente da circa 1.500 sportivi, e quindi devono necessariamente essere funzionali per sorreggere una tale mole di utenza. L’assessore Bacchiocchi è conscio della difficoltà della sfida. “Le strutture sportive ortane negli anni hanno beneficiato di interventi di riqualificazione solo grazie alle iniziative private: mi riferisco al campo Polivalente, alla piscina e ai campi da tennis. Il resto non solo non è stato mai potenziato, ma non ha nemmeno beneficiato della manutenzione ordinaria. Credo che ad Orte lo sport non abbia mai ricevuto la giusta attenzione a livello politico, mentre, sul piano dell’utenza, le strutture sono sempre state sfruttate intensamente.

Il problema fondamentale, secondo Bacchiocchi, è l’eccessiva frammentazione delle associazioni sportive. “Ad Orte ci sono troppe realtà che non convivono serenamente tra loro. Noi, come amministrazione comunale, non possiamo fare altro che auspicare la creazione di una unica, grande polisportiva, che mantenga le autonomie delle singole associazioni, ma unisca le forze e faccia lavorare tutti in una direzione sola. Ciò genererebbe grossi benefici per gli utenti, per le strutture, e per il clima sportivo generale della città. Anche perché Orte non ha la forza economica e demografica di sostenere tutte queste realtà.

L’assessore confida anche che il cattivo stato degli impianti sportivi ha causato ad Orte la perdita di occasioni importanti. “Poco tempo fa ci era stata offerta la possibilità di ospitare un torneo internazionale di calcio giovanile, con la partecipazione di alcune delle società più importanti del mondo, ma abbiamo dovuto declinare per le cattive condizioni dello stadio.

Tuttavia, il 28 ottobre al “Gildo Filesi” si svolgerà un incontro tra la nazionale jazzisti e quella dei giornalisti sportivi, mentre nel weekend del 17 e 18 dicembre al palazzetto comunale si terranno le finali della Coppa Italia di calcio a 5 femminile. Due appuntamenti di sicuro interesse, in attesa del ritorno della Spartan Race, a cui Diego Bacchiocchi aggiunge una novità succulenta. “Abbiamo rinnovato l’accordo con gli organizzatori della Spartan Race per altri due anni, con opzione per un ulteriore rinnovo, visto che il signor Zomegnan ha dichiarato di apprezzare particolarmente il percorso di gara qui ad Orte. La nostra amministrazione ha in mente di creare un impianto permanente, dove potersi allenare e divertire tutto l’anno con gli ostacoli della Spartan Race. Speriamo di poter realizzare la cosa.

Alessandro Castellani

Tags: , , , , , , , , , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑
  • Archivi

  • Calcio Barella
    ViterboNews 24
    Tele Radio Orte
    Radio Rider