Sport

Published on agosto 3rd, 2017 | by Redazione

0

La Maglianese torna in campo

Lo stadio di Magliano Sabina torna ad ospitare partite

Torna al lavoro la Maglianese di Massimo Lucà. Dopo l’esaltante stagione appena trascorsa, che ha regalato l’accesso in Promozione, i giallorossi si radunano al campo comunale di Magliano Sabina (in cui sono stati completati i lavori di ristrutturazione) oggi pomeriggio, per iniziare la preparazione atletica in vista della prima di campionato, in calendario il 3 settembre.

Durante l’estate, la società si è mossa molto sul mercato, cercando principalmente tra i giovani di prospettiva. “Abbiamo avviato un programma di rafforzamento della Juniores – spiega Massimo Lucà – per cui ci sono tanti ragazzi che si alterneranno tra prima squadra e settore giovanile. È una strategia che richiede intelligenza e competenza, ma che può regalare grandi soddisfazioni. Accanto ai giovani, ci sono ovviamente alcuni elementi più esperti, a cui viene richiesto non solo di dare garanzie in campo, ma anche di fare da esempio per gli altri.”

Questo l’elenco degli arrivi: i giovanissimi Farroni (ex Ortana) e Cecchini (ex Vigor Nepi) tra i pali; in difesa Palmioli (ex Narnese), l’esperto Trippetta (dal Montasola) e Del Vescovo (Valle Del Tevere); a centrocampo Lucivero (ex Rignano Flaminio, che allenerà anche una squadra del settore giovanile) e il talentuoso Giuliani (Flaminia); in attacco Marchegiani (Sabina), Tronca (Nazzano), Mazzafoglia (Flaminia) e Moretti (Rignano Flaminio). Hanno salutato la compagnia Mascarucci, Ceccarelli, Rovinetti, Di Giammartino, Paternesi, Sorato, Annibaldi, Proietti e Grandoni.

Mercato ancora aperto, ma senza frenesie. “Abbiamo già 24 giocatori in rosa e quindi siamo abbastanza coperti in tutti i reparti. Forse ci manca solo un difensore centrale d’esperienza, ma non abbiamo ansie particolari: se capiterà un’occasione buona, la coglieremo.”

La Maglianese attende ancora di conoscere i nomi delle sue rivali. “Non sappiamo se giocheremo nel girone viterbese o reatino – spiega Lucà – Nel caso di Viterbo, ci sono parecchie squadre blasonate da affrontare; nel girone di Rieti, invece, le trasferte sono più ostiche. Comunque vada, non cambieremo il nostro modo di affrontare la stagione: siamo una neopromossa, sicuramente non partiamo per vincere, ma vogliamo affrontare a testa alta tutti gli avversari.”

Una certezza, invece, è legata al campo: lo stadio di Magliano Sabina è nuovamente agibile e quindi, dopo una stagione in “esilio” a Collevecchio, la Maglianese torna a casa. “È molto importante giocare davanti al proprio pubblico. Il campo è nuovissimo e quindi il terreno deve ancora un po’ assestarsi, ma sembra molto ben fatto. Inoltre è ampio e avremo bisogno di prenderci le misure.”

Tags: , , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑
  • Archivi

  • Calcio Barella
    ViterboNews 24
    Tele Radio Orte
    Radio Rider